TURCHIA. ARRESTATO CORRISPONDENTE DEL “DIE WELT”

Deniz Yucel, corrispondente dalla Turchia, del quotidiano tedesco die Welt, si è consegnato spontaneamente alle autorità turche, insieme ad altri sette giornalisti, in seguito ai suoi articoli riguardanti sul presunto scandalo inerente alla pubblicazione, su Wikileaks, di oltre 57.000 mail, trafugate dalle caselle di posta elettronica del ministero dell’Energia di Ankara, in seguito ad un attacco hacker.

Secondo i dati raccolti da alcune organizzazioni internazionali, tra cui il Committee to Protect Journalists, la Turchia è diventato il paese con il maggior numero di giornalisti in carcere, superando anche la Cina.

Uno dei casi più emblematici è quello di Kadri Gürsel, un noto editorialista del giornale indipendente Cumhuriyet e del sito online al Monitor.

Secondo il Committee to Protect Journalists, il governo ha ordinato la chiusura di più di 100 tra quotidiani, magazine, società di distribuzione e dell’editoria, e ha censurato almeno 30 siti di news. L’ufficio del primo ministro ha revocato l’autorizzazione ad esercitare l’attività giornalistica ad almeno 330 giornalisti.

Shortlink:

Posted by on 22 febbraio 2017. Filed under ARCHIVIO, GIORNALISMO. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

You must be logged in to post a comment Login