Sahara Occidentale, Repressione dei diritti umani

Le autorità marocchine nel 2016 hanno continuato a reprimere nel Sahara Occidentale manifestazioni politiche pacifiche, a espellere giornalisti o militanti per i diritti umani o impedirgli l’entrata in questi territori. Difensori marocchini dei diritti umani in missioni estere sono stati pesantemente interrogati al loro ritorno in patria. Saharwi arrestati dalle forze di sicurezza sono stati vittime di torture e maltrattamenti.

Le condizione di imprigionamento dei saharwi sono contrari alla dignità umana per mancanza di igiene, per difficoltà di avere cure mediche, per scarsa alimentazione e per sovrapopolamento.

Fonte: Pressenza

Shortlink:

Posted by on 25 febbraio 2017. Filed under ARCHIVIO, COOPERAZIONE. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

You must be logged in to post a comment Login